Il 2016 ha visto tanti titoli horror sul grande schermo, forse perchè ultimamente questo genere spesso un pò di nicchia sta tornando in auge grazie ad alcuni registi della nuova generazione. In estate, magari al campeggio, è un must raccontarsi storie di paura e fantasmi al chiaro di luna e quindi perchè non concedersi una serata tra amici guardando un horro che magari si è perso al cinema lo scorso inverno? Ecco tre film che sono già entrati nei cuori e negli incubi degli horror lovers.

Malesiano, australiano di adozione, James Wan è la nuova rivelazione dei cineasti horror. Dopo la saga di successo che ha sbaragliato i recenti cannoni dell’horror made in USA “Insidious”, James Wan torna a colpire lo spettatore nel secondo capitolo che segue i coniugi Warren alle prese con un nuovo caso paranormale in “The Conjouring 2: Il Caso Enfield”.

Questa volta la vittima è una giovane adolescente che viene presa dal male che infesta la casa dove la signora Hodgson cerca di crescere da sola i suoi 4 figli. La piccola Jannet però mostra i segni di una possessione demoniaca e solo i Warren riusciranno ad aiutare la famiglia a liberarsi dalle presenze. Un film che avuto un grandissimo successo di pubblico, con molte citazioni da grandi capolavori del passato, come quelle esplicite a “L’esorcista” e anche un certo stile asiatico del regista, velato ma comunque presente.

Famoso per molti titoli di generi diversi, ma emerso nell’horror per il Sesto Senso, M. Night Shyamalan quest’anno ha firmato “The visit”. Loretta è separata e madre di due ragazzini, i quali non hanno mai conosciuto i nonni materni a causa di vecchi rancori tra loro e la madre. Un giorno, su insistenza dei due vecchietti, i ragazzini vengono mandati dalla madre in Pennsylvania a trovarli. L’incubo avrà così inizio. Pian piano i due nonni rivelano abitudini sempre più strane e soprattutto inqueitanti, come la “sindrome del tramonto” di cui soffre l’anziana donna che di notte sembra trasformarsi in una creatura non proprio umana. Un horror / thriller che sa come spaventare lo spettatore grazie a colpi di scena tipici del regista e ad una buona caratterizzazione dei personaggi. Ma attenti ai dettagli, perchè lì sta la chiave del finale che vi terrà col fiato sospeso.

Da poco uscito nelle sale giapponesi, un crossover tra due dei film più terrificanti e più amati del J Horror: “Ju On” e “The Ring” con le loro prime donne protagoniste in “Sadako VS Kayako”. L’uscita del film ha sorpreso milioni di fan in tutto il mondo per l’originalità della trama: avevate mai pensato che i fantasmi di due storie, di due film diversi potessero intrecciare le loro “non vite” e incontrarsi in modo letale in una pellicola tutta nuova? Ebbene Koji Shiraishi lo ha fatto prendendo spunto da un’idea nata come un pesce d’aprile, firmando la regia di un horror che è una vera esplosione di paura: protagonista la povera Yuki Kurahashi che ha la doppia sfortuna di guardare la cassetta famigerata di The Ring legata alla storia di Sadako Yamamura, proprio seduta sul divano della casa infestata da Kayako Saeki e dal piccolo Toshio. Lo scontro tra due spettri in cerca di vendetta che non hanno pietà per chiunque incrocia le loro strade.

Dopo una giornata di mare, un pò di adrenalina e tensione può essere l’ideale per spezzare la quiete di una notte d’estate. Buona visione e sogni d’oro, con le luci accese.